No alla violenza sulle donne

flash.jpgUna piazza Garibaldi gremita, tante mani alzate e musica tutta da ballare: è stato questo il clima della flash mob di ieri sera che, come in tantissime altre piazze del mondo, si è svolta per sensibilizzare l’opinione pubblica circa il delicato tema della violenza contro le donne. Ideata dalla scrittrice ed intellettuale americava Eve Ensler “One billion rising. Dance, strike, rise” vuole essere un momento di riflessione e presa di coscienza della necessità di un cambiamento radicale, di una rivoluzione che porti in tutto il mondo la parità fra i sessi e il rispetto delle donne, troppo spesso vittime di violenze, vessazioni, discriminazioni. Un capo d’abbigliamento rosso ha unito, in una catena ideale, tutti partecipanti a questa flash mob globale. In serata poi, all’auditorium Toscanini di via Cuneo, è andato in scena un concerto “a tre voci” femminili organizzato dalla casa di maternità “Gaia” e da Associazione Futura. Il ricavato dell’evento è stato interamente devoluto all’associazione Centro antiviolenza.

No alla violenza sulle donneultima modifica: 2013-02-15T08:00:00+00:00da admin
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in attualità e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento